NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Forte di Oga (parte seconda)
0.0/5 rating (0 votes)

il 24.01.16 Postato in News, Attività, Appartamenti a Bormio

Il Forte di Oga (parte seconda)

Presso la struttura del Forte Venini erano presenti quattro cannoni piuttosto particolari rispetto a quelli impiegati negli altri forti militari italiani.

Erano posti su piattaforme girevoli e potevano ruotare di 360° con una gittata di 12800 metri.

Dalla sala di comando del Forte gli ufficiali mantanevano il collegamento telefonico con il Comando Generale, posizionato durante tutta la Guerra Mondiale, presso i Bagni Nuovi di Bormio, con la fortificazione del Monte Scale e con le vedette poste sulle alture prospicenti.

Lo sbarramento italiano in Alta Valtellina comprendeva, infatti, oltre al Forte Venini di Oga, anche una postazione di artiglieria fortificata sul crinale del Monte Scale.

Essa è avvistabile dalla copertura del Forte volgendo lo sguardo a nord-ovest.

Per colpire le linee nemiche sullo Stelvio e sullo Scorluzzo, i colpi del forte sorvolavano l'enorme muro di roccia del Monte Reit.

Cannoni Forte Oga

Erano, appunto, le vedette poste sulle alture ad indicare se i colpi partiti dai cannoni del Forte fossero giunti a destinazione o se occorresse ricalcolare le coordinate dei tiri aumentando o diminuendo il quantitativo di polvere da impiegare.

Numerosi, oggi, i reperti bellici, visitabili all'interno del Forte diventato un museo storico.

By Timo